CANTERBURY TOUR – L’ULTIMA TAPPA SI TINGE D’AZZURRO

Alessio Zdrilich in azioneIl Canterbury Tour finisce il suo giro facendo tappa a Brescia, per raccogliere gli atleti del Cammi Calvisano e celebrare il primato nel campionato d’Eccellenza. Appuntamento per oggi, Mercoledì 7 maggio, alle ore 17,30 presso lo store Try Sport di Brescia, via Cremona n. 5. A fare gli onori di casa con Flavio Romano e Sergio “Cico” Bianchetti ci sarà nientemeno che Paul Griffen, bandiera giallonera ed ex mediano di mischia azzurro, con 42 caps all’attivo. Bresciano a tutti gli effetti, toccherà a lui distribuire gli omaggi che Canterbury ha dedicato ai “bresciani doc” che compongono la rosa di Calvisano, squadra che si è aggiudicata il primo posto nella regular season del campionato di Eccellenza e si appresta a disputare i play off per il titolo di Campione d’Italia.

Griffen, neozelandese di Dunedin ha giocato per Linwood e Canterbury prima di trasferirsi in Italia nel 1999, alla Partenope Napoli e, quindi, a Calvisano la stagione successiva, diventando subito un esempio da seguire dentro e fuori dal campo, nonché un’icona del rugby azzurro. A lui spetterà il compito di premiare, in una sorta di passaggio di testimone, il talento di Guglielmo Palazzani, che da Griffen ha imparato i trucchi del mestiere prima di trasferirsi alle Zebre ed essere protagonista di una stagione da incorniciare, culminata giovedì scorso con la meta segnata all’ultimo minuto che ha regalato alla franchigia federale l’importantissima vittoria contro gli Ospreys.

Palazzani è già entrato nell’orbita azzurra e potrà ricoprire tranquillamente un ruolo importante nella Nazionale del c.t. Jacques Brunel nonostante la sua giovane età. Così come presto le porte della Nazionale maggiore si potrebbero aprire per un altro giovanissimo talento, il seconda/terza linea Alessio Zdrilich ventunenne dal fisico imponente – 194 cm per 110 kg – protagonista di una crescita esponenziale negli ultimi mesi, tanto da strappare un ruolo da titolare nel XV bresciano, uno che in campo non passa inosservato e non solo per il vistoso caschetto, ovviamente by Canterbury of New Zealand.

Con loro ci saranno altri tre talenti di casa, tutti giovanissimi e nel giro azzurro fin dalle giovanili: Matteo Appiani e Marco Susio, trequarti, e il terza linea Stefano Scanferla. A completare il gruppo sarà invece un “forestiero”, il seconda linea Luca Beccaris, astigiano come Canterbury Italia.

P.R. on sabtwitterP.R. on sablinkedinP.R. on sabfacebookP.R. on sabemail
P.R.
La passione per il rugby ha portato 10 anni fa all’ideazione di un portale Internet interattivo che potesse affermarsi come punto d’incontro privilegiato tra società di rugby, sponsor e giocatori. Nacque così www.piazzarugby.it, la piazza virtuale del rugby business in Italia. Fondatore e titolare di PiazzaRugby è Marco Martello, mandatario FIR abilitato a trattare e gestire i rapporti con società affiliate alla FIR ed all’IRB in nome e per conto di giocatori e tecnici. Con lui collaborano legali, esperti di comunicazione, tecnici e professionisti di comprovata esperienza.