Come “accendere la luce” con l’allenamento mentale

Tutti gli atleti professionisti, ma anche molti amatori che praticano con regolarità un’attività sportiva, sanno che esiste una particolare condizione emotiva e mentale caratterizzata da uno straordinario senso di benessere, sicurezza in se stessi, forza fisica e fiducia nelle proprie capacità.

Alcuni testi definiscono questa condizione con il termine flow, che rende l’idea di un qualcosa che scorre naturalmente, senza bisogno di sforzi particolari affinché ciò che desideriamo accada, come se si fosse trasportati e guidati verso l’obiettivo che si vuole conseguire.

Allenare la menta al successoA seconda delle condizioni fisiche, dell’abitudine all’allenamento e di una predisposizione mentale, si vivono momenti di flow più o meno frequentemente ed essi hanno una durata più o meno estesa.

Naturalmente, per un atleta sarebbe estremamente utile riuscire a raggiungere in controllo e in piena volontà tale condizione, perché da essa deriva una serie di benefici tecnici e atletici che possono fare la differenza tra una prestazione accettabile e una eccezionale.

Dopo aver affrontato nel precedente articolo il tema della motivazione, quindi, in questa pubblicazione ci occupiamo di analizzare le strategie mentali che l’atleta può mettere in atto per accendere la luce e migliorare le proprie performance quando è impegnato nella pratica sportiva.

Come accedere al tuo massimo potenziale

E’ ovvio che non c’è casualità in una performance sportiva eccezionale: contrariamente a quanto si è pensato per anni, le ottime prestazioni non accadono da sé, come se fossero distribuite da una mano invisibile e misteriosa agli atleti più meritevoli, ma sono un preciso concorrere di più elementi che provengono dalla sfera fisica, emotiva e mentale dell’atleta.

Detto in altri termini, è possibile allenare la tua capacità di eccellere nello sport che pratichi e naturalmente il rugby non fa eccezione.

Lasciando da parte la preparazione fisica, che non mi compete, dal punto di vista mentale devi abituare il tuo cervello a capire ciò di cui hai bisogno quando sei in campo, così che sia condizionato ad aiutarti a raggiungere il tuo stato mentale ottimale.

Naturalmente, per riuscirci, puoi sfruttare gli allenamenti. Ti propongo quindi una tecnica molto efficace, tra le diverse che insegno nei miei percorsi di coaching sportivo, che ti invito a mettere in pratica fin da subito.

Prima di scendere in campo, trova un momento per restare solo senza essere disturbato per alcuni minuti. Segui questi passi:

  • Chiudi gli occhi e se conosci una tecnica per rilassarti utilizzala, oppure respira semplicemente in modo naturale e profondo per qualche istante.
  • Visualizza il film del ricordo di una tua prestazione straordinaria. Parti dall’inizio e vedi te stesso mentre scendi in campo: nota come ti muovi, come usi il corpo, qual è l’espressione del tuo viso, come respiri. Osservati da più angolazioni prestando attenzione quanto stai bene e come è evidente che sei al meglio della forma. Goditi tutto il film della tua prestazione nei suoi momenti salienti: soffermati sui frangenti di gioco dove hai fatto qualcosa di speciale, riguarda ogni azione che ti ha visto vincente e protagonista, rivedi il film fino a quando lasci il campo soddisfatto e orgoglioso.
  • Ora, torna con la mente all’inizio del tuo ricordo e ricomincia a visualizzarlo, questa volta associandoti alla scena, cioè vedendola con i tuoi occhi, proprio come l’hai vissuta. Ricrea anche i suoni e i rumori che hai sentito, nota la sensazione dell’abbigliamento che hai addosso, del terreno sotto i tuoi piedi, dell’aria sulla faccia. Ascolta le voci dei tuoi compagni di squadra e del tuo allenatore mentre si complimentano con te e ti incoraggiano. Di nuovo, soffermati sulle immagini più rappresentative della tua grande prestazione, goditele ancora una volta mentre ti concentri sulle piacevoli sensazioni che questo ti regala.
  • Quando arrivi alla fine del film del tuo ricordo, cerca il punto del tuo corpo dove hai le sensazioni migliori e immagina che da lì parta un’onda di sicurezza, forza, determinazione e coraggio che raggiunge ogni cellula, rinforzandola, nutrendola e caricandola della tua energia migliore.
  • Puoi restare in questo stato magico tutto il tempo che vuoi e godertelo! Quando sei pronto respira ancora una volta profondamente e riapri gli occhi.

Un allenamento quotidiano ti permetterà, tramite questa tecnica, di generare in te le migliori sensazioni possibili e portarle in campo. Puoi cambiare ricordo di tanto in tanto se ne hai diversi in cui hai giocato alla grande, oppure utilizzare sempre lo stesso film impegnandoti ogni volta ad aggiungere dettagli sempre più precisi e motivanti.

Questa è una delle strategie che un atleta può utilizzare per anticipare la condizione mentale che vuole raggiungere e crearla a seconda della propria volontà, senza così dover sperare che accada spontaneamente. Quando la padroneggi, allora sei certo che la tua prestazione non sarà influenzata da fattori esterni che non puoi controllare, ma la sua efficacia sarà sotto il tuo totale controllo.

Allenati a metterla in pratica e a migliorarla, considerando le mie indicazioni come una traccia su cui lavorare mentre trovi il tuo modo per raggiungere la miglior condizione mentale possibile, che ti apra le porte a una prestazione memorabile. Potrai usarla nella successiva visualizzazione, creando così un loop che ti permetterà di crescere e migliorare costantemente, oltre a dare affidabilità e costanza al tuo livello di performance durante tutta la stagione.

Concludendo

Nel prossimo articolo parleremo in senso più generale dell’attitudine dell’atleta di successo e dei pilastri della mentalità che deve curare e fare crescere per diventare sempre più forte.

Francesco Fornaro on sabtwitterFrancesco Fornaro on sabfacebookFrancesco Fornaro on sabemail
Francesco Fornaro
Mental Coach professionista. Aiuta gli individui a sviluppare e raggiungere il massimo potenziale personale e professionale.
Guida gli atleti verso una mentalità vincente che consenta loro di superare i traguardi più ambiziosi. Insegna ad usare la mente in modo utile, funzionale e divertente per fare la differenza nella vita e nello sport.
Se sei uno sportivo puoi avere dal coaching strumenti eccezionali per massimizzare le tue performance.