Concorso Nazionale Vigili del Fuoco

Concorso Vigili del Fuoco Domani 15 novembre tenete d’occhio la gazzetta ufficiale e il sito Vigili del Fuoco: https://concorsi.vigilfuoco.it

Stando alle indiscrezioni provenienti dalla Direzione Centrale per gli Affari Generali, il bando per il concorsodei Vigili del Fuoco verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale proprio il 15 novembre. Il concorso dei Vigili del Fuoco sarà aperto ai civili, ma i posti a disposizione per chi non ha sostenuto il periodo da volontario in ferma prefissata potrebbero essere pochi.  Intanto il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico, e della Difesa Civile, infatti, avrebbe individuato la Fiera di Roma come luogo perfetto presso il quale far svolgere le prove preselettive per il concorso pubblico che dovrebbe tenersi nel periodo compreso tra gennaio e marzo 2017.

Il concorso pubblico dei Vigili del Fuoco avrà dei posti riservati ai civili che non hanno fatto il VFP1. Stando alle anticipazioni,  ai cittadini che non appartengono né al Corpo dei Vigili del Fuoco né alle Forze Armate, verranno riservati 25 posti su scala nazionale, ovvero il 10%. Il 45% dei posti verrà riservato ai volontari in ferma breve o prefissata delle Forze Armate, mentre il 25% al al personale volontario dei Vigili del Fuoco che, alla data di apertura del bando, sia iscritto negli appositi elenchi da almeno tre anni ed abbia effettuato non meno di 120 giorni di servizio. Infine, il restante 20% dei posti sarà riservato a coloro che hanno prestato servizio civile per almeno un anno presso i Vigili del Fuoco.

Concorso Pubblico Vigili del Fuoco per 250 unità: requisiti

La probabilità che venga bandito un concorso per Vigili del Fuoco nel 2017 è molto alta, ma non esiste la certezza assoluta. Quest sono indicazioni da prendere come informazioni di massima. I requisiti dovrebbero essere gli stessi di quelli richiesti negli precedenti concorsi dei Vigili del Fuoco. Quindi, i requisiti per poter partecipare al prossimo concorso dovrebbero essere i seguenti:

  • possesso della cittadinanza italiana e godimento dei diritto politici;
  • età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 30;
  • per gli iscritti da almeno un anno agli elenchi del personale volontario C.N.VV.F. il limite massimo di età passa a 37 anni;
  • idoneità culturale, fisica, psichica ed attitudinale al servizio di polizia;
  • titolo di studio di scuola media dell’obbligo;
  • possesso delle qualità morali e di condotta previste
  • non essere stati destituiti, né dispensati, dall’impiego presso una pubblica amministrazione;

Questi sono i requisiti di carattere generale, mentre per avere maggiori informazioni su chi potrebbe rientrare nella rosa dei candidati bisognerà aspettare la pubblicazione del concorso stesso.

Concorso Pubblico Vigili del Fuoco per 250 unità: come inviare la domanda?

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, sul sito dei Vigili del Fuoco verrà messo a disposizione un modello per la compilazione online per la domanda. Il termine per l’iscrizione dovrebbe essere di 30 giorni dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Dopo aver inviato la domanda d’iscrizione dovrete stamparla ricordandovi di presentarla firmata il giorno della prova. Con ogni probabilità al momento dell’iscrizione vi verrà chiesto di allegare un certificato medico che attesti l’idoneità all’attività sportiva agonistica, che deve essere rilasciato obbligatoriamente entro 45 giorni prima l’effettuazione delle prove fisiche.

Concorso Vigili del Fuoco per 250 unità: la prova preselettiva

Per il Concorso Pubblico dei Vigili del Fuoco, che con ogni probabilità verrà bandito nei prossimi mesi, si attende un alto numero di iscritti. Tant’è che, stando alle anticipazioni, le prove preselettive dureranno per circa due settimane.

La prova preselettiva sarà articolata in due sedute giornaliere della durata di 4 ore. Quella mattutina è prevista nella fascia oraria 9:00-13:00, mentre quella pomeridiana dalle 14:00 alle 18:00. A ciascuna delle sessioni parteciperanno circa 6 mila iscritti al concorso.

I candidati che supereranno la prova preselettiva dovrebbero sostenere successivamente una prova motorio-attitudinale e un colloquio. Infine, dopo la fase di valutazione dei titoli ce ne dovrebbe essere una dedicata all’accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica e attitudinale. In totale verranno assegnati 100 punti; 50 per la prova motorio-attitudinale, 35 con il colloquio e 15 con la valutazione dei titoli.

Per il colloquio consigliano di prepararsi nelle seguenti materie:

  • organizzazione e competenze del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco;
  • discipline tecnico-scientifiche applicative, correlate al titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso, finalizzate a verificare la conoscenza degli elementi di base relativi all’attività del Vigile del Fuoco;
  • elementi di informatica di base e conoscenza di base di una lingua straniera scelta dal candidato tra quelle indicate nel bando di concorso;
  • infine, vi ricordiamo che nel colloquio verrà attestato il vostro livello di conoscenza su una lingua straniera. Nell’ultimo concorso era possibile scegliere tra Inglese, Francese, Spagnolo e Tedesco.
P.R. on sabtwitterP.R. on sablinkedinP.R. on sabfacebookP.R. on sabemail
P.R.
La passione per il rugby ha portato 10 anni fa all’ideazione di un portale Internet interattivo che potesse affermarsi come punto d’incontro privilegiato tra società di rugby, sponsor e giocatori. Nacque così www.piazzarugby.it, la piazza virtuale del rugby business in Italia. Fondatore e titolare di PiazzaRugby è Marco Martello, mandatario FIR abilitato a trattare e gestire i rapporti con società affiliate alla FIR ed all’IRB in nome e per conto di giocatori e tecnici. Con lui collaborano legali, esperti di comunicazione, tecnici e professionisti di comprovata esperienza.